fbpx

La vittima

 In Pillole di benessere

Come promesso ecco il TERZO ricattatore morale che induce sensi di colpa.
LA VITTIMA
L’immagine della vittima è ben incisa nella nostra cultura: è l’immagine familiare di una donna dalla faccia triste, seduta in un appartamento buio, in attesa che uno dei suoi figli le telefoni. « Come sto? » chiede quando il telefono infine suona. « Mi chiedi come sto? Non mi telefoni, non vieni a trovarmi. Hai dimenticato la tua stessa madre. Per quello che ti importa di me, potrei anche infilare la testa nel forno e aprire il gas. »
Ogni vittima è convinta che, se si sente infelice, malata e sfortunata, c’è un’unica soluzione: che noi le diamo ciò che vuole, anche se non ci ha mai detto di che cosa si tratta. Non fanno minacce, e neppure minacciano di farsi del male. Ma ci fanno sapere in modo inequivocabile che se non facciamo quello che vogliono, loro soffriranno, e la colpa sarà solo nostra. Quest’ultima parte dell’accusa spesso non viene espressa a parole ma, come vedremo, può fare miracoli nella coscienza del bersaglio scelto da una vittima.

Post suggeriti
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt