Enneatipo otto: il capo

 In Enneagramma

Enneatipo otto: il capo

Protettivo, volto alla cura con bisogno di controllo, ha una visione polare: evita la debolezza, si vanta di essere forte e vede la vita come una lotta

La compulsione è il controllo/autocontrollo: la possibilità di essere soggetto a controllo è un atteggiamento quasi ossessivo al quale risponde cercando di essere lui la persona che controlla e dirige persone e situazioni

Estremamente possessivo (difende i suoi amici anche se hanno torto) tende all’autosufficienza in modo da non farsi controllare

La sua storia personale è caratterizzata dal fatto che ha subito un’ingiustizia in un momento di fragilità e crede che il mondo si fatto di prevaricazioni: tende a schierarsi dalla parte di una categoria di sfruttati e a difenderli.

Guarda a se stesso come ad un’autorità, tende a battersi attivamente per difendere i diritti calpestati: l’idea di base è la lotta (“o si domina o si è dominati”), va all’attacco per se stesso e per gli amici, combattivo, manifesta apertamente rabbia e forza e ha grande rispetto per gli avversari che lo affrontano lealmente, odia l’inganno

E’ calato nel qui ed ora delle situazioni, per questo tende a viverle in maniera spesso esagerata: la sua passione è la lussuria intesa come ricerca dell’eccesso, pervadente soggezione delle parti emozionali e cognitive alla forza di ogni tipo di desiderio

Tende alla leadership, diretto ed autorevole, guarda alla giustizia in modo soggettivo (impone le sue leggi): vive la realtà sulla base del controllo, della forza e va contro la mancanza di giustizia nel mondo; si considera sempre nel giusto, vuole dimostrare continuamente di essere forte e superiore agli altri, non sopporta le dimostrazioni di fragilità neppure negli altri (ha paura del tradimento e ha bisogno di contatto)

La paura di perdere il controllo fa sì che ogni piccolo errore venga vissuto molto male, provocando anche delle crisi: se tradito o deluso, difficilmente rinuncerà ad aggredire, è dotato di memoria lunga e tende ad essere vendicativo; l’otto evoluto si rende conto di aver bisogno dell’altro ed è un ottimo capo.

Post suggeriti
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt